Sportiva, potente e dalle linee aggressive: al primo sguardo la Mustang Mach-E ricalca le caratteristiche tipiche della celebre muscle car di Ford. Con una sola eccezione.

Il corpo bombato e rialzato della sportiva americana, dalle proporzioni da SUV, nasconde una rivoluzione perché è la prima vettura full electric realizzata dalla casa dell’Ovale Blu. Non è un caso che, per la prima volta, il nome Mustang è stato usato per definire una vettura che non è né una coupé, né una spider. E’ un simbolo potente, che vuole portare lo spirito dell' auto nata nel 1964 e diventata un’icona mondiale, nel mondo delle auto elettriche, usato da Ford per dire: ci siamo anche noi e facciamo sul serio.

1 Il Design

Design da vera Mustang

La Mach-E, anche se con dimensioni diverse, conserva nelle linee esterne i concetti estetici attorno ai quali viene realizzata la coupé.

E’ lunga 4,71, larga 1.8 e alta 1.62, dimensioni generose, ma armonizzate dalle linee grintose, da vera muscle. L’aspetto esteriore mostra tutti i geni in comune con la coupé, evidenti nel muso, caratterizzato dalla bocca da squalo, dalla firma luminosa dei tre LED verticali, ma soprattutto dal cavallo selvaggio al galoppo fissato sulla calandra, unico elemento irrinunciabile per definire ogni Mustang.

Il rapporto stretto di parentela è anche espresso dalle fiancate massicce e dai passaruota bombati, mentre un ulteriore tocco di sportività è dato dal profilo del tetto inclinato verso il basso. Elemento che non pregiudica l’abitabilità, visto lo spazio a bordo. L’abitacolo, all’insegna del design minimale e della comodità, abbraccia comodamente 5 persone. Inoltre il bagagliaio va da 402 litri di volume ai 1.420 quando i sedili sono reclinati.

2 La Guida

Mustang Mach-E: votata alla guida

Appena ci si mette al volante, si percepisce subito come la Mustang Mach-E sia votata alla guida. Lo dimostra anche il layout costruttivo dell’auto.

Pur così massiccia e alta da terra, la Mustang Mach-E è un’auto dall’indole sportiva anche se il peso la limita. Le batterie agli ioni di litio pesano oltre 600 kg e portano la massa totale dell’auto vicino ai 2.200 chilogrammi; ma installate in basso nel telaio abbassano il baricentro a vantaggio della maneggevolezza. Le sospensioni svolgono bene il loro lavoro aiutate da uno schema perfettamente bilanciato: 48,9% di peso davanti, 51,1% dietro. Il beneficio nella guida si avverte. La Mustang Mach-E è stabilissima nonostante la mole ed ha una buona tenuta di strada. Resta sempre abbastanza “piatta” affrontando le curve.

Sul misto-veloce, come le strade che si incontrano sulle nostre colline, si esalta proprio: è una granturismo veloce, affidabile e piuttosto agile per la mole che possiede. E poi è frenata benissimo: ai nostri rilevamenti si è fermata da100km/h a 0 in meno di 33 metri. E badate che pesa 22 quintali! Sullo scatto 0-100 dei nostri rilevamenti ha stabilito 5”29, appena due decimi più del dichiarato.

"

Tanto per fare un paragone con altri Suv elettrici sottoposti alle nostre prove, la Mach-E percorrendo più di 5 km/kWh fa molto meglio di Audi e-tron, Mercedes EQC e Jaguar i-Pace che sfiorano appena i 4,5 km per kWh e non arrivano a coprire 400 km. Tirando le somme, la Mustang Mach-E offre abitabilità e comfort di un Suv premium con consumi, autonomia e prezzo migliori.

"

3 La Connettività

"Una vettura ricca di sorprese"

La digitalizzazione è l’asso della manica della Ford Mach-E e si basa sul Sync4, una novità culturale per come cambia il rapporto uomo-macchina.

Il cuore del sistema si basa su un’intelligenza artificiale che apprende e si tara sulle abitudini degli utilizzatori, grazie a un processore dalla rapidità di calcolo raddoppiata rispetto alla versione precedente e un assistente vocale più efficiente per la ricezione dei comandi. La parola utilizzatore al posto di guidatore non è stata usata a caso, il taglio netto col passato sta tutto qui. Interfaccia e logica di funzionamento, infatti, cambiano totalmente per diventare a portata di “tap” da smartphone tramite l’app FordPass, il nuovo servizio dedicato ai veicoli connessi di Ford. Il cellulare diventa così il dispositivo che controlla apertura e chiusura delle portiere, sostituendosi alla chiave, ma anche il centro di controllo per impostare funzioni più avanzate e richiedere servizi.

Nel dettaglio, l’esperienza di guida diventa qualcosa di estremamente personale perché ogni “user” della Mach-E, può programmarsi su misura gli 80 parametri disponibili (mappa, stazione radio, clima…) e inviarli alla vettura per trovarla già pronta prima di salire a bordo, tutto da remoto. Come fosse il PC di casa, stesso hardware, stesso software, ma gestito da account diversi, ognuno settato a seconda delle proprie esigenze. Poi, nell’abitacolo c’è uno schermo touch da 15” che funge da interfaccia, dai comandi semplificati per distrarre il meno possibile il conducente. Infatti, il rotore in basso al centro è l’unico comando fisico, poi tutti i menu sono raggiungibili con due tocchi dello schermo. Ford ha previsto aggiornamenti “over the air” del sistema, in modo da tenere i software di gestione della vettura al passo con i tempi.

4 I Numeri

Ma non è una vera Mustang se non si parla di potenza e carattere sportivo

La Mach-E, a seconda degli allestimenti, può essere a trazione posteriore o integrale, grazie al layout del pianale che prevede la possibilità di installare due motori elettrici, uno per asse.

La potenza complessiva varia a seconda delle versioni (o della presenza di uno o di entrambi i propulsori) è di 196 kW (269 cv), 216 km (294 cv), 258 kW (351 cv). A variare è anche l’autonomia perché la vettura è offerta con due pacchi di batterie dalle capacità differenti. Con quello da 76 kWh, la vettura in configurazione 2WD percorre fino a 400 km mentre in versione “Extended Range” da 99 kWh arriva a coprire 610 km.

Velocità (km/h) 180 km/h
Potenza (CV) 351
Autonomia (Km) 610
Batteria (kWh) 99

Per la 4WD, l’autonomia va da 400 km a 540 km. Tutti i valori sono registrati secondo il ciclo WLTP.